Perugia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Tasse bloccate e aiuti a famiglie ed imprese: la “manovra” 2024-2026 della Regione

L'assessore regionale al bilancio, Paola Agabiti, ha presentato ufficialmente l'atto alle commissioni regionali di Palazzo Cesaroni, Tutte le misure

Per il quarto anno consecutivo, l’amministrazione regionale dell’Umbria presenta un bilancio di previsione per il periodo 2024-2026 senza aumentare le tasse regionali, dimostrando un impegno costante nell’assicurare la stabilità finanziaria della regione. L’attenzione principale è rivolta al sostegno alle famiglie, con misure significative per migliorare il potere d’acquisto dei cittadini.

L’assessore regionale al bilancio, Paola Agabiti, ha presentato ufficialmente l’atto alle commissioni regionali di Palazzo Cesaroni, sottolineando l’equilibrio finanziario del bilancio regionale e l’assenza di aumenti delle imposte.

Sostegno alle famiglie

L’obiettivo principale della manovra è sostenere le famiglie umbre, che stanno affrontando una diminuzione del loro potere d’acquisto. A tal fine, sono state previste misure significative, con un budget di oltre 40 milioni di euro. Queste misure includono il bonus bebè, il rimborso delle rette per bambini da 0 a 6 anni, borse di studio per giovani dai 6 ai 18 anni e per gli universitari, voucher per attività sportive e centri estivi.

La regione beneficerà anche del Fondo sociale europeo, con l’arrivo del nuovo settennato dei fondi comunitari che porterà 813 milioni di euro all’Umbria tra il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e il Fondo sociale europeo (FSE). Questo permetterà di confermare le misure a favore delle famiglie nei prossimi anni.

Investimenti per lo sviluppo economico e la competitività

L’Umbria mira anche a sostenere lo sviluppo economico e la competitività delle imprese. È in via di perfezionamento un accordo di coesione da 237 milioni di euro, che punterà sulla riqualificazione urbana e sugli investimenti nel settore chimico ternano, per stimolare lo sviluppo economico e il settore chimico.

La manovra regionale prevede anche investimenti mirati in vari settori. Nel campo dei trasporti e della viabilità, sono previsti 6 milioni di euro aggiuntivi nel 2024 per il trasporto pubblico locale, 500mila euro per il Minimetrò e 525mila euro per il servizio di abbonamento annuale agevolato per gli studenti universitari. Inoltre, sono confermati 3 milioni di euro all’anno alle Province per la manutenzione delle strade regionali e 1 milione per le altre strade. L’aeroporto San Francesco d’Assisi riceverà 4 milioni di euro nel 2024.

Per il turismo, sono previsti 300mila euro aggiuntivi nel 2024 per interventi di promozione.

Sostegno alle politiche culturali, agricoltura e sociale

Le politiche culturali riceveranno ulteriori finanziamenti, con incrementi di 50mila euro per lo spettacolo, le biblioteche, il sistema museale, le manifestazioni storiche e l’istituto musicale Briccialdi di Terni.

L’agricoltura riceverà maggiori investimenti, tra cui finanziamenti per fiere, mostre, mercati e manifestazioni, nonché il sostegno allo sviluppo della filiera delle carni selvatiche, associazioni degli allevatori e la pesca professionale.

Nel settore sociale, sono previsti finanziamenti per l’invecchiamento attivo, il contributo alla Fondazione Umbria contro l’usura, il bonus bebè e il fondo per la non autosufficienza.

Sanità e Sviluppo Economico

La sanità riceverà fondi per gli indennizzi ai soggetti danneggiati da emoderivati e per il programma di edilizia sanitaria e ammodernamento tecnologico del patrimonio sanitario pubblico.

Per lo sviluppo economico, sono previsti finanziamenti per l’artigianato, le Unioni dei Comuni, il premio ‘Sagra eccellente dell’Umbria’ e la cooperazione.

Ambiente e territorio

Nel campo dell’ambiente e del territorio, sono previsti finanziamenti per la manutenzione del demanio idrico regionale e per la manutenzione straordinaria dei corsi d’acqua del reticolo idrogeologico regionale.

Investimenti pubblici

Gli investimenti pubblici sono confermati per il 2024 e il 2025, con ulteriori finanziamenti nei successivi anni. La regione può contare su 4,1 milioni all’anno per la legge ‘145/2018’. È inoltre previsto il cofinanziamento per il Psr 2024 per il sostegno agli investimenti agricoli e alle aziende agricole umbre.

L’Umbria dimostra un impegno costante per sostenere le famiglie, promuovere lo sviluppo economico e migliorare la qualità della vita dei suoi cittadini, mantenendo nel contempo una gestione finanziaria prudente.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

ll ragazzo, in sella alla moto, si è scontrato attorno alle 13 di sabto 18...
Denunciati per ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale quattro sudamericani al termine di un'azione congiunta...
Il trentacinquenne è stato arrestato anche per tentata estorsione, sempre a danno dei familiari...

Altre notizie

Perugia Tomorrow