Perugia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Melasecche all’Anas: “Sulla E45 barriere fonoassorbenti come al Brennero”

L'assessore regionale vorrebbe venissero installate sulle rampe di Ponte San Giovanni e, ove possibile, sulla struttura del Nodino di Perugia, per abbattere il rumore

L’Assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti dell’Umbria, Enrico Melasecche, ha annunciato una iniziativa per migliorare l’infrastruttura stradale della regione. La proposta, che mira ad installare barriere fonoassorbenti e fotovoltaiche lungo le principali arterie stradali, si ispira a modelli di sostenibilità già realizzati in altre parti d’Italia, su tutte l’AutoBrennero.

“La Regione Umbria ha richiesto all’Anas barriere stradali e segnaletica analoghe a quelle presenti sull’Autostrada del Brennero”, ha dichiarato Melasecche, specificando il desiderio di installare barriere fonoassorbenti e fotovoltaiche, in linea con gli indirizzi più innovativi ed ambientalmente sostenibili, soprattutto per il progetto inerente a Ponte San Giovanni. Citando l’esempio dell’Autostrada del Brennero, dove nel 2009 è stata realizzata una barriera antirumore fonoassorbente con 3.944 moduli fotovoltaici nel Comune di Isera, l‘Assessore ha evidenziato i benefici in termini di produzione di energia rinnovabile e riduzione dell’inquinamento acustico. “L’opera garantisce una produzione di energia elettrica di circa 750.000 kWh l’anno, pari al consumo di oltre 250 famiglie”, ha sottolineato Melasecche, aggiungendo che la barriera ha ridotto significativamente il rumore del traffico con un abbattimento fino a 10 decibel.

Per l’Umbria, Melasecche ha chiesto ad Anas di realizzare barriere di questo tipo sulle rampe di Ponte San Giovanni e, ove possibile, sulla struttura del Nodino di Perugia, considerandole opere necessarie per l’abbattimento del rumore del traffico e come opera compensativa per la fornitura di energia elettrica. Inoltre, ha proposto l’installazione di cartelli turistici lungo la E45 per promuovere le bellezze dell’Umbria, un’iniziativa concordata con Anas  “Mi auguro che questa seconda mia richiesta venga soddisfatta nel corso dei primi mesi del 2024”, ha affermato, sottolineando l’importanza della promozione turistica. L’assessore ha concluso esprimendo ottimismo per il futuro delle strade umbre, attualmente in fase di riqualificazione, e ha enfatizzato la volontà di rendere la E45 più piacevole e sostenibile.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il tour di Conte ha toccato tre città umbre: Foligno, Gubbio e Perugia. A Foligno,...
A partire da lunedì 20 maggio, nell’ambito del piano di riqualificazione della E45, saranno effettuati...
Grazie alle informazioni fornite dai testimoni, la polizia è riuscita a rintracciare un 39enne, che...

Altre notizie

Perugia Tomorrow