Perugia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Il Papa ai frati di Assisi: “Siate costruttori di ponti di pace”

Intervista del sommo Pontefice alla rivista San Francesco Patrono d'Italia. L'appello al Sacro Convento: "Troppo dolore, siate apostoli"

Nel corso di un’intervista esclusiva rilasciata alla rivista “San Francesco Patrono d’Italia”, Papa Francesco ha espresso un forte appello ai frati del Sacro Convento di Assisi per la costruzione di “ponti di pace”. Le sue parole, diffuse dalla sala stampa della comunità francescana, risuonano come un invito alla riconciliazione e al perdono in un mondo segnato da tensioni e conflitti.

L’incontro con il pontefice è avvenuto il 29 dicembre, quando ha ricevuto in udienza il Ministro Generale dei Frati Minori Conventuali, Fra Carlos Trovarelli, il Custode del Sacro Convento, Fra Marco Moroni, e il Direttore dell’Ufficio Comunicazione, Fra Giulio Cesareo.

Papa Francesco ha riflettuto sulla figura di San Francesco d’Assisi, sottolineando la sua attualità e il ruolo che i francescani e le francescane, sia religiosi che secolari, hanno nel mondo di oggi. “C’è tanta crudeltà, molta gente in carcere per motivi politici, per questo chiedo ponti di pace”, ha detto il pontefice, evidenziando la necessità di superare le divisioni e promuovere il dialogo e la comprensione reciproca.

In un momento storico caratterizzato da profonde divisioni e sfide globali, il messaggio del Papa assume un significato particolare. Ha enfatizzato l’aspettativa che i francescani siano “apostoli della riconciliazione e del perdono”, una chiamata all’azione per tutti coloro che seguono l’esempio di San Francesco.

L’intervista nella rivista “San Francesco Patrono d’Italia” non si limita alle parole del Papa, ma include anche approfondimenti su altri temi di attualità. Tra questi, le interviste a Suor Alessandra Smerilli e al sociologo Bruno Mastroianni sui messaggi per la 57ª Giornata Mondiale della Pace, il racconto del progetto Metamorfosi nel carcere di Opera a Milano, e un’intervista esclusiva al neo direttore della Galleria Nazionale dell’Umbria, Costantino D’Orazio.

Queste parole del Papa, oltre ad essere un forte richiamo all’unità e al perdono, rappresentano una guida per tutti coloro che cercano di promuovere la pace e la giustizia nel mondo contemporaneo, in linea con l’eterna lezione di San Francesco d’Assisi.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il tour di Conte ha toccato tre città umbre: Foligno, Gubbio e Perugia. A Foligno,...
A partire da lunedì 20 maggio, nell’ambito del piano di riqualificazione della E45, saranno effettuati...
Grazie alle informazioni fornite dai testimoni, la polizia è riuscita a rintracciare un 39enne, che...

Altre notizie

Perugia Tomorrow