Perugia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Marcia della Pace nel nome della Palestina: “Fermate il genocidio”

Il volantino promozionale dell'evento mette in luce la richiesta urgente di assistenza medica per i feriti a Gaza, la protezione dei civili, l'aumento degli aiuti umanitari per la popolazione esausta e la liberazione degli ostaggi, con un appello chiaro al cessate il fuoco.

La Marcia per la pace è prevista per domenica 10 dicembre ad Assisi. L’evento viene descritto come “straordinario” con l’intento di sollecitare un intervento incisivo da parte del governo italiano, dell’Europa e di altre istituzioni per prevenire un potenziale genocidio in Palestina. I temi sono emerso durante la conferenza stampa tenutasi a Perugia, dove Flavio Lotti, coordinatore del Tavolo per la pace, ha delineato gli obiettivi dell’iniziativa.

Lotti ha espresso con forza la necessità di un’azione concreta, facendo eco alla richiesta del segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, che ha invocato un cessate il fuoco umanitario, citando l’articolo 99 della Carta delle Nazioni Unite.

L’appuntamento per la marcia è fissato per le 10 del mattino alla Domus Pacis di Santa Maria degli Angeli di Assisi. Qui inizierà un momento di riflessione sulle attuali tensioni globali, con un focus particolare sul Medio Oriente. I partecipanti inizieranno il loro cammino alle 14:30, raggiungendo piazza San Francesco alle 16:50. Seguirà una messa nella Basilica Inferiore di Assisi alle 17:00.

Il volantino promozionale dell’evento mette in luce la richiesta urgente di assistenza medica per i feriti a Gaza, la protezione dei civili, l’aumento degli aiuti umanitari per la popolazione esausta e la liberazione degli ostaggi, con un appello chiaro al cessate il fuoco.

Alla conferenza stampa, tenutasi nella sede della Provincia di Perugia, hanno partecipato diverse figure di spicco, tra cui la presidente e sindaca di Assisi, Stefania Proietti, e Giuseppe Giulietti di Articolo 21. Via collegamento remoto, si è unito anche Andrea De Domenico, direttore dell’ufficio delle Nazioni Unite per il Coordinamento degli Affari Umanitari nei territori palestinesi occupati.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Personalità del mondo della religione, della politica e dei sindacati a Santa Maria degli Angeli...
Nuova marcia in concomitanza con la giornata dei diritti umani e il 75° anniversario della...

Altre notizie

Perugia Tomorrow