Perugia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Corciano, parte l’iter per la bonifica ed il recupero della “ex Clerissi”

L'assessore Francesco Mangano: "Il sito industriale dismesso da anni deturpa l’arredo urbano a ridosso del quartiere I Tigli"

“Grazie ai fondi del PNNR, siamo in grado entro il 2026 di riqualificazione un sito industriale dismesso che da anni deturpa l’arredo urbano a ridosso del quartiere I Tigli”. L’assessore all’Urbanistica del Comune di Corciano, Francesco Mangano, annuncia così l’avvio della procedura di bonifica e recupero ambientale del manufatto “Ex Galvanica Clerissi” a San Mariano. Un altro degli impegni annunciati dall’amministrazione che sta per essere concretizzato. Con Determina dell’Area  Urbanistica del 21 dicembre 2023, l’Amministrazione Comunale ha affidato l’incarico per l’elaborazione del piano di caratterizzazione e programma di interventi del sito industriale dismesso per un importo di 39.249,19 euro (Iva esclusa).

Il finanziamento (in totale di 400 mila euro) è stato ottenuto grazie al progetto presentato dall’Ufficio Urbanistica ed Ambiente nell’ambito della misura M2C4 – Investimento 3.4 del PNRR, d’intesa con la Regione Umbria con la quale è stato siglato un accordo quadro approvato dal Consiglio Comunale.

“L’area ex Clerissi, come tutti i siti industriali dismessi, ha creato un vuoto urbano divenuto polo di negatività per questioni di degrado ambientale – spiega ancora Mangano per evidenziare il senso e la portata reale dell’intervento – la riqualificazione dell’area significa trasformare un problema in un punto di forza, per restituire al territorio nuovi spazi e nuove opportunità di azione locale. Stiamo lavorando da anni su questo piano, con i fondi europei e con il supporto fondamentale degli operatori privati, per trasformare i siti industriali dismessi e creare una nuova identità urbana, in modo tale da restituire ai cittadini spazi ed esperienze che danno un rinnovato valore al territorio”.

L’assessore fa riferimento all’accordo di finanziamento che specifica che la Regione Umbria avrà il compito di gestire, monitorare, controllare e rendicontare gli interventi di bonifica. Parlando dei tempi previsti per l’esecuzione dei lavori, Mangano prosegue “Qualche mese per approvare il Piano di Caratterizzazione e dell’Analisi di Rischio, in modo da completare la progettazione entro il 2024 e completare i lavori entro il 31 marzo 2026”. Il sito è da anni oggetto di interesse, nel 2018 furono eliminate le coperture in eternit con un intervento comunale.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Firmato un protocollo d’intesa fra Regione, Unione Regionale Cuochi Umbri e Federazione Italiana Cuochi...
Unica italiana a lavorare al progetto del telescopio del Bicep Array che serve a misurare...
Una "tappa storica" che definisce per i prossimi dieci anni l'intera gestione del sistema ferroviario...

Altre notizie

Perugia Tomorrow