Perugia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Ex Pasta Julia, arriva il fallimento: licenziati tutti i 26 lavoratori

Nel frattempo, il comune di Spello si è attivato per preservare il prestigioso marchio e la storia del pastificio; attivata la Regione

Lo stabilimento di Pasta Julia, ora noto come In Food S.r.l., di Spello rappresenta un triste esempio di declino industriale. Un tempo orgoglio della produzione di pasta fresca, il pastificio ha subito una costante decadenza negli ultimi 12 anni, culminata con l’annuncio del licenziamento collettivo dei rimanenti 26 dipendenti arrivata in questi giorni, regalando loro un pessimo Natale.

Le origini del problema risalgono a diversi anni fa, quando la fabbrica contava 50 lavoratori. Col passare del tempo, la speranza di un rilancio si è infranta, lasciando il personale in uno stato di incertezza e ansia. La promessa di una rinascita è stata ripetutamente fatta ad ogni cambio di gestione, ma l’unico risultato tangibile è stato il dimezzamento del personale.

Nella primavera scorsa, la situazione è peggiorata quando l’azienda ha sospeso completamente le attività, ricorrendo alla cassa integrazione. I sindacati Flai Cgil e Fai Cisl hanno più volte sollecitato un piano di rilancio, ricevendo sempre la stessa risposta evasiva. Nonostante la domanda di prodotti superiori alla capacità produttiva dello stabilimento, i problemi gestionali hanno continuato a prevalere.

La comunicazione della chiusura definitiva è stata un duro colpo per i dipendenti, che si trovano ad affrontare non solo la perdita del lavoro, ma anche il mancato pagamento di due mensilità, della tredicesima e del trattamento di fine rapporto (TFR). L’azienda si appresta ora a intraprendere la procedura di fallimento, sotto la guida dei curatori.

Nel frattempo, il comune di Spello si è attivato per preservare il prestigioso marchio e la storia del pastificio. Il Sindaco di Spello, Moreno Landrini, ha incontrato i rappresentanti dei sindacati per discutere la situazione e ha convocato un Consiglio comunale aperto per esaminare la questione. L’Amministrazione Comunale ha inoltre richiesto incontri con l’Assessore regionale allo Sviluppo Economico Michele Fioroni e con il Direttore regionale allo Sviluppo economico, agricoltura, lavoro, istruzione e agenda digitale Michele Michelini, nella speranza di trovare soluzioni per salvaguardare questa attività produttiva storica.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il 18 Maggio si celebra la giornata nazionale della ristorazione. Cardinali (Fipe Confcommercio): "Nonostante la...
La gestione dei fondi europei emerge come cruciale nella visione di Manzotti per il rilancio...
Questo protocollo si propone di offrire percorsi formativi mirati nel settore della formazione professionale ed...

Altre notizie

Perugia Tomorrow