Perugia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Lo psicologo risponde: incontro mercoledì 17 gennaio al nido ‘Maria Immacolata’ di Petrignano

L'incontro con il dottor Nicola Fuso svela i segreti dei capricci nei bambini

L’ente morale “Maria Immacolata” presenta un incontro educativo imperdibile intitolato “Comprendere e Gestire i Comportamenti Infantili: Un Approccio Teorico ed Esperienziale,” che si terrà il mercoledì 17 gennaio alle ore 16 presso il nido d’infanzia “Maria Immacolata” di Petrignano di Assisi. Questo evento sarà condotto dallo psicologo Nicola Fuso.

L’incontro si focalizzerà sul riconoscimento e sulla gestione dei comportamenti infantili, in particolare quelli comunemente denominati “capricci.” Il dottor Fuso sottolinea che l’ira, la rabbia incontrollata e le voglie improvvise e bizzarre, seppur di breve durata, sono fenomeni comuni che genitori ed educatori incontrano nella loro routine. Tuttavia, dietro a queste manifestazioni superficiali, si nascondono significati diversi che variano da bambino a bambino e in base all’età.

Gli studi più recenti hanno identificato tre principali ambiti (biologico, psicologico e sociale) in cui si sviluppano le caratteristiche e gli aspetti che definiscono il comportamento di ogni individuo. Il termine “capriccio” viene spesso utilizzato in modo improprio per descrivere questi comportamenti, ma sarebbe più corretto denominarli “scatti d’ira” o “rabbia incontrollata,” poiché questi termini riflettono meglio la difficoltà del bambino nel comprendere e regolare le proprie emozioni.

La gestione efficace di tali momenti richiede una comprensione approfondita degli aspetti teorici che stanno alla base dei comportamenti infantili, considerando il loro contesto biologico, psicologico e sociale. Le emozioni sono innate in ogni individuo, ma la loro gestione varia a seconda dello sviluppo e della crescita. Quando i bambini non riescono a esprimere ed elaborare le proprie emozioni, possono manifestare comportamenti apparentemente irrazionali.

Fuso suggerisce che la gestione dei capricci richiede calma, tempo per la comprensione e pazienza da parte degli adulti. Le urla, le minacce e l’aggressività possono aggravare ulteriormente la situazione durante una crisi emotiva. Creare un legame emotivo con il bambino, attraverso il contatto visivo e l’abbraccio, è il primo passo per stabilizzare la situazione. Solo quando il bambino è ricettivo, è possibile dialogare con lui, cercando di spiegare e dare un nome alle emozioni vissute.

Per prevenire i capricci, è importante offrire al bambino chiarezza nelle decisioni, coerenza nella routine quotidiana e coinvolgimento nelle scelte adeguate alle sue capacità. Questi tre punti fondamentali possono contribuire a ridurre la frequenza dei comportamenti problematici.

In conclusione, è essenziale comprendere che non possiamo controllare le emozioni dei bambini, ma possiamo aiutarli a gestire e comprendere le situazioni che vivono con rispetto e comprensione. L’ente morale “Maria Immacolata” è impegnato nel fornire un servizio educativo di qualità per i bambini e offre questo incontro educativo come un’opportunità per supportare genitori ed educatori nella loro importante missione di crescita dei bambini.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie

Perugia Tomorrow