Perugia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Con oltre cento serigrafie Nuvolo torna all’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci”

Inaugurata la mostra in omaggio all’artista che resterà aperta fino al 18 febbraio 2024. Domenica 17 ingresso libero

Sono oltre 100, per l’esattezza 130, le opere serigrafiche di Nuvolo selezionate per la mostra organizzata e allestita all’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia per celebrare e chiudere i festeggiamenti per i 450 anni dalla sua fondazione.

Un omaggio dovuto all’artista tifernate, al secolo Giorgio Ascani, che è stato direttore e docente di Pittura di questa Accademia tra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli Ottanta (dal 1979 al 1984) – ha sottolineato il presidente Mario Rampin, nel discorso di apertura -. Abbiamo pensato fosse doveroso metterlo in giusta luce per la sua opera, per la sua dedizione alla Vannucci, tanto da fare spazio all’allestimento nella pinacoteca. In questa ricorrenza importante per l’Accademia, che ricade proprio nel primo anno del nuovo corso di istituzione statale, è bello vedere la partecipazione della collettività, segno tangibile che oltre le iniziative didattiche si continuano a portare avanti quelle di ricerca scientifica. Per questo ringrazio la Direttrice Tiziana D’Acchille, che ha fortemente voluto sia il convegno che la mostra. Il nostro intento, almeno per quanto fatto in questi lunghi anni sotto la mia presidenza, è quello di sostenere in pieno l’Accademia nel suo insieme, compresa la ristrutturazione dell’intero complesso, al quale manca più solo la sistemazione dell’ala ovest dell’immobile e del chiostro”.

Dall’onorevole Anna Ascani, che ne ha ripercorso i tratti artistici (“con un linguaggio innovativo da farne sembrare un antesignano dell’intelligenza artificiale”) e la personalità attraverso un intenso ricordo di famiglia, all’onorevole Ilaria Borletti Buitoni (che ha rimarcato il valore di una istituzione così antica e il talento tecnico dell’artista), alla presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei (che ha evidenziato l’importanza dell’Accademia statale), alla consigliera della Provincia di Perugia, Erika Borghesi (che ha ripercorso gli anni di vicinanza alla “Vannucci”), i rappresentanti istituzionali hanno continuato a dimostrare in coro la piena condivisione di intenti nel sostenere, insieme al Comune di Perugia, l’antica istituzione perugina. Sono stati, dunque, i loro saluti ad aprire il corposo convegno di studi, insieme a quelli del sindaco di Città di Castello, Luca Secondi, terra di Nuvolo. Un appuntamento organizzato per ricostruire l’alta qualità dell’opera del poliedrico artista, analizzata sotto differenti punti di vista, fornendo inedite letture dei contesti culturali nei quali è cresciuto e ha operato, le amicizie, la sua attività didattica. Una vera maratona di contributi scientifici di alto livello che ha preceduto il vernissage, tenutosi a fine giornata. La mostra che domenica 17 dicembre resterà aperta ad ingresso libero, sarà visitabile fino al 18 febbraio 2024.

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

carabinieri fontivegge
Un ragazzo di 26 anni originario della Costa d'Avorio è stato aggredito da tre uomini...
Consegnata anche la petizione che propone un percorso alternativo. Questa soluzione mira a ridurre ulteriormente...
La gravità della situazione ha portato il giudice per le indagini preliminari a disporre la...

Altre notizie

Perugia Tomorrow