Perugia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Trading online, nel 2023 a Perugia truffe per oltre un milione e mezzo di Euro

Il bilancio delle due sedi operative regionali della Polizia Postale. Nessun caso di cyberbullismo mentre scendono i casi di pedopornografia. Dati allarmanti invece sul fronte degli illeciti

Nel 2023, in Umbria, non sono stati denunciati casi di cyberbullismo, un dato che emerge dal bilancio annuale della polizia postale della regione. Questa assenza di segnalazioni è attribuita all’efficace opera preventiva condotta nelle scuole dal personale del centro operativo di Perugia e della sezione di Terni. Tuttavia, gli investigatori non escludono che la mancanza di segnalazioni possa essere dovuta al fenomeno dell’undereporting, ossia la reticenza delle vittime o dei genitori nel denunciare gli episodi.

Il contrasto alla pedopornografia online ha mostrato una tendenza positiva in linea con il trend nazionale, con un calo significativo dei casi trattati nel 2023. Questo risultato si inserisce in un contesto di crescente attenzione alla sicurezza cibernetica, settore che ha registrato importanti sviluppi nell’ultimo anno.

Il conflitto russo-ucraino ha avuto un impatto anche in Umbria, scatenando campagne di offensive hacktiviste che hanno colpito sia sistemi informatici istituzionali che privati. Il Nosc del Centro operativo per la sicurezza cibernetica di Perugia ha guidato gli accertamenti tecnico-investigativi, fornendo supporto essenziale agli enti e alle strutture private vittime degli attacchi.

In merito alle truffe online, il 2023 ha registrato un incremento significativo degli illeciti legati al falso trading online. In totale, sono stati trattati 89 casi nella provincia di Perugia, con una frode totale di 1.616.417 euro, e 16 casi nella provincia di Terni, per un totale di 1.037.588 euro frodati. Questo fenomeno ha portato a un profitto illecito complessivo di oltre tre milioni di euro.

Questi dati mostrano un quadro complesso della situazione della sicurezza cibernetica in Umbria, evidenziando sia i successi ottenuti nella lotta a specifici crimini informatici sia le sfide ancora aperte, come l’aumento delle truffe online e gli attacchi hacktivisti. La regione sembra quindi muoversi su un doppio binario, con notevoli progressi nella prevenzione e nella gestione degli attacchi informatici, ma con la necessità di affrontare nuove e sofisticate forme di criminalità online.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il tour di Conte ha toccato tre città umbre: Foligno, Gubbio e Perugia. A Foligno,...
A partire da lunedì 20 maggio, nell’ambito del piano di riqualificazione della E45, saranno effettuati...
Grazie alle informazioni fornite dai testimoni, la polizia è riuscita a rintracciare un 39enne, che...

Altre notizie

Perugia Tomorrow